Affrontiamo oggi un tema, che solitamente arriva durante i confronti con i clienti, in questo post che chiamiamo DMARC Record e Spam nelle Newsletter per fare Email Marketing. La sicurezza nelle caselle di posta elettronica è molto importante e, in ambito di strategie di marketing digitale, altrettanto importante è che il messaggio promozionale raggiunga tutte le persone interessate. Negli ultimi anni, soprattutto nell’ultimo, sono state implementate nuove tecnologie per l’Email Authentication a seguito del crescente utilizzo di mail fraudolente che intasano le caselle.  Dal punto di vista tecnico sul quale non ci soffermiamo, queste tecnologie riguardano soprattutto gli Internet Service Provider e nel pratico si tratta di verificare i mittenti validi ed attendibili, si utilizzano verifica a livello di IP autorizzati per inviare mail e verifiche sui domini.

Per un azienda che vuole attivare campagne promozionali via mail è fondamentale utilizzare strumenti professionali e tenere conto delle nuove regole DMARC Record e Spam nelle Newsletter per fare Email Marketing. Alla domanda: posso usare la mia mail gmail? rispondere quindi Assolutamente no!

Quando si parla di DMARC Record si fa riferimento alla sigla Domain-based Message Authentication Reporting and Conformance, uno standard di autenticazione che verifica che tutte le mail provenienti da un dominio siano state inviate realmente da quel server/dominio. I principali domini, ad iniziare da PayPal, Linkedin e Facebook, sino ai fornitori principali di servizi di posta elettronica, Yahoo!, Libero, Outlook.com e naturalmente Google con Gmail hanno pubblicato un loro record DMARC. Ecco quindi che per una reale consegna del messaggio di Newsletter occorre implementare strumenti affidabili e con un controllo dei criteri di Spam. Vedremo in seguito i servizi che sempre consigliamo ai nostri clienti come GetResponse che rappresentano gli standard più innovativi e sicuri per approcciarsi ad una corretta strategia di Mail Marketing ed ottenere reali risultati.

Quali caselle di posta utilizzare per essere in regola con i criteri DMARC Record e Spam nelle Newsletter per fare Email Marketing?

Indirizzi mail gratuiti come @Yahoo, @Libero, @Outlook e anche @Gmail non sono quindi clienti attendibili per l’invio di Newsletter. I sistemi di posta elettronica si accorgono infatti dell’utilizzo di un mittente inserito in un DMARC Record e quindi protetto in quanto ritenuto poco attendibile. Bisogna quindi creare indirizzi mail con @nomedominio per le campagne di Mail Marketing e si deve tener conto di altri fattori che un professionista nel settore saprà consigliare. Quando si invia una Newsletter per il proprio e-commerce, quindi, se non si eseguono correttamente i vari passaggi i messaggi non superano i blocchi imposti e quindi non raggiungono i destinatari. Nel segmento dei Mail Marketing, per ottenere risultati bisogna diventare quindi efficaci e quanto più sicuri, diffidare delle liste mail non accurate, ridurre i problemi tecnici, eliminare gli errori nella scrittura e nello studio delle newsletter, analizzare sempre i dati.

Se sei interessato ad una prima consulenza gratuita per verificare i problemi di efficacia della tua strategia di Mail Marketing ti proponiamo quanto segue.

  • Piattaforma di Mail Marketing che rispetta DMARC Record ed altre tecnologie di E-mail Authentication
  • Servizio professionale per implementare liste clienti
  • Studio di Messaggi e Template Newsletter che rispettano parametri antispam
  • Analisi Marketing tasso di aperture e conversione dei tuoi messaggi di Newsletter

 

DMARC Record e Spam nelle Newsletter per fare Email Marketing

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *